fbpx

Errori comuni di spose disattente!

Fortunatamente per noi WP esistono i portali di matrimonio.
“Perché si trovano un sacco di fornitori a basso costo?” penserai.
No, assolutamente! E se hai letto il mio primo articolo, sai già come la penso quando si parla di “giocare a ribasso”.
In realtà la mia affermazione deriva dal fatto che proprio su tali portali sono riportate testimonianze di spose che non hanno voluto una WP al loro fianco e che, per ragioni immaginabili, sono andate incontro a problematiche più o meno gravi che hanno dovuto gestire da sole.
Settimana scorsa ho fatto una diretta Facebook proprio su questo argomento, e visto il grande successo avuto, ho deciso di scrivere il secondo articolo del KiwiBlog analizzando i 3 errori che, a mio parere, sono i più problematici! (Clicca QUI per vedere tutta la diretta).
Allacciate le cinture, stiamo per partire!

1. Amici o fornitori?

“Il fotografo era un amico di mio marito che non ha fatto un gran lavoro purtroppo! (Silvia)”

Questo è un vero peccato, Silvia. Perché, come dico spesso, la figura del fotografo è importantissima: è la persona che dovrà creare il quadro perfetto della giornata che state vivendo immortalando ricordi che rimarranno nel tempo.
In questi casi il mio consiglio durante i preparativi del matrimonio si riduce alla seguente frase: “un fornitore non può essere un invitato. O si è fornitore, o si è invitato”. Il rischio che corri confondendo i ruoli è che il lavoro venga svolto male e che “l’invitato fornitore” nemmeno si goda il tuo matrimonio.
I fornitori sono persone che non devono emotivamente essere coinvolte. A prescindere dalla loro preparazione professionale.

costo tempo di un matrimonio

2. Questione di Timing

Che alcune persone arrivino in ritardo… dopo la sposa in chiesa. 😫 Che la location ci metta fretta! (Sabrina)”

Purtroppo sul ritardo delle persone la WP può intervenire fino a un certo punto: l’unica cosa che può fare è accertarsi che la sposa lasci l’abitazione familiare solo quando tutti gli invitati sono giunti in chiesa, dilatando i tempi di qualche minuto senza esagerare. Ma il reale motivo per cui ho selezionato questa testimonianza risiede nella seconda parte: la location che mette fretta.
Quando la coppia prenota la location (sia essa in esclusiva o no), acquista di fatto la sua occupazione per un periodo di tempo limitato. Ciò significa che a una certa ora verrà chiesto alla coppia di concludere i festeggiamenti e congedarsi. Entro questo arco di tempo la location deve garantire un servizio fluido, che comprende tutto ciò che gli sposi hanno richiesto in fase di progettazione dell’evento: portate, sorbetti, trasferimenti di sala, intrattenimento, servizio fotografico, eccetera. Questo è scandito dal cosiddetto “timing” ovvero la suddivisione del “tempo per azioni”. Ciascuna azione è cronometrata e non può sforare il suo tempo, pena il dover correre durante le azioni successive o, peggio, il doverne sacrificare alcune.
Chi tiene il timing? Ovviamente la WP!

3. Gli allestimenti della sposa

“Mi sveglio la mattina per allestire la location… Dopo 4 ore a correre come una matta… Appena sistemato l’ultimo dettaglio in giardino… DILUVIO UNIVERSALE!!!!! Addobbi bagnati, coni porta petali fradici, le insegne rovinate!!! (Elena)”

Ahimè Elena, il tuo errore è il più grave di tutti! L’incubo più grande di una sposa (e anche di una WP, non lo nego) è organizzare un matrimonio in stagione estiva, scegliendo una location fantastica per gli spazi esterni, ed essere costretti a ripiegare su un piano B a causa del maltempo. Ora, l’errore in questione non è stato tanto la scelta della location, perché immagino sicuramente che abbiate pensato a una soluzione al chiuso. Il problema è un altro.
Facciamo un bel ripasso: chi si occupa degli allestimenti? La sposa? No! La Wedding Planner? Nemmeno, lo sappiamo ormai, l’ho spiegato molto bene nel mio primo articolo. Diciamolo in coro: gli allestimenti sono curati da Wedding Designer o da Flower Designer. Nessun altro!
“Perché non può occuparsene la sposa?” Semplice! La sposa è la festeggiata. Se anche si alzasse la mattina e allestisse la location (come ha fatto la nostra amica Elena), intuendo che da lì a poco tempo arriverà il diluvio universale, non potrebbe fare nulla! Perché non avrebbe il tempo materiale di prepararsi, vestirsi, correre in location, spostare tutto e correre in chiesa a sposarsi. Inoltre, mettetevi nei panni di questa sposa e ditemi: come sarebbe il vostro umore vedendo che tutto il bel lavoro che avete fatto è andato in fumo nel giro di 10 minuti per colpa della pioggia?
Sposine… siete donne, avete tanti super poteri; ma l’ubiquità no, tanto meno il potere di tornare indietro. Perché rinunciare alla certezza di un evento ben riuscito?

Hai mai pensato che questi (e molti altri!) errori potrebbero essere commessi anche da te? Non rischiare!
Parti con il piede giusto, organizza il matrimonio come lo desideri, hai tutti gli strumenti per farlo! Accomodati, offro io!

“Sarebbe interessante essere sempre aggiornata sul mondo del wedding”

Segui le KiwiLive!, ogni martedì ore 21.30 su Facebook! Clicca sul bottone qui sotto e digita la parola “remind” non appena si apre la chat per essere avvisata 5 minuti prima dell’inizio!

“Se solo ci fosse una lista di cose da fare per organizzare un matrimonio…”

E infatti esiste… e l’ho preparata per te! Clicca sul bottone sotto, iscriviti alla newsletter e la riceverai subito in omaggio!

“Ho un’idea meravigliosa per il mio matrimonio. Ma non so se sia realizzabile: come la metto in piedi?”

Approfitta della consulenza gratuita!
60 minuti a tua disposizione in cui farmi domande e ricevere tutte le risposte che cerchi.

“Vorrei riuscire a gestire l’ansia prematrimoniale… ma come?”

Corri ai ripari: il videocorso “ScacciAnsia” è disponibile e gratuito! Clicca sul bottone sotto, inserisci la tua mail e sconfiggi subito la gamofobia!