fbpx

La KiwiExperience – Intervista by Villa Gromo

Qualche giorno fa, ho avuto la piacevole possibilità di essere intervistata da Cristiana, titolare di Villa Gromo di Ternengo. In tale occasione ho avuto modo di parlare del metodo 3D, della KiwiExperience e dei molteplici benefici che porta a chi intraprende questo percorso.

Se ti stai ancora chiedendo quali sono, sarai presto accontentata! Ecco l’intervista, pronta per essere letta!
Accomodati pure, offro io! 😉

Kiwiexperience

Kiwi fra gli abiti dell’atelier “Lady Anna“, uno dei suoi partner.
Ph. Riccardo Bonetti Photography

Ciao Kiwi, benvenuta e grazie di essere con noi! Prima di iniziare, lascia che te lo dica: le tue orecchie sono stupende! Ma le porti sempre?
Assolutamente si!

Immagino che in molti ti abbiano chiesto perché …
In effetti si! E la risposta è piuttosto semplice: sono il simbolo dell’infanzia di ciascuno di noi. E chi di noi non può ammettere di esser stato felice quando era un bambino, quando le cose semplici erano le più importanti, come giocare in cortile, festeggiare il compleanno con gli amichetti o sentire la campanella di scuola che annunciava la fine della lezione. Ecco, il mio intento è riportare gli sposi a quella stessa gioia, che a volte da adulti ci si dimentica di poter provare. Perché in effetti è questo che gli sposi non capiscono: che la serenità e la gioia della coppia sono molto, molto, molto più importanti di un matrimonio ricco di dettagli. Motivo per cui ho creato il metodo 3D e la KiwiExperience

Interessante! Puoi parlarci di questo metodo 3D?
Il metodo 3D è uno schema (Distendi, Definisci, Delega) che faccio seguire a tutte le coppie che desiderano organizzare il loro matrimonio con il mio supporto. Durante la prima parte andiamo letteralmente a DISTENDERE dubbi, preoccupazioni, anche nervi in molti casi! Nello stesso tempo si fa il brainstorming di ciò che gli sposi desiderano e si cercano delle proposte che possano essere un punto di incontro tra loro desideri e budget stabilito. Durante la seconda parte, DEFINIAMO insieme la rosa di fornitori che verranno scelti, controlliamo i contratti, i pagamenti, insomma ci assicuriamo che tutto sia in ordine. Durante la terza parte, gli sposi non fanno altro che rilassarsi e DELEGARE “la planner con le orecchie” il compito di tenere le redini dell’evento, fino alla sua fine.

Invece la Kiwi Experience? Cosa sarebbe?
La KiwiExperience va di pari passo con il metodo 3D, perché coincide con la prima D (Distendi). E’ fondamentalmente un percorso di coppia che viene proposto a tutti i fidanzati che vogliono consolidare in maniera profonda ed emotiva il loro rapporto in vista del loro matrimonio

consegna bouquet

Matrimonio L+F 2019 – Ph. Shary Rose

In un mondo, come quello del wedding, dove tutte le planner si dedicano all’esteriorità io volevo fare qualcosa di totalmente diverso

Matrimonio di S+R 2019 – Ph. Orizzonte Wedding

Per quale tipo di coppia è pensata?
E’ stata creata principalmente alle persone amanti della crescita personale e per le persone che apprezzano il mondo del “think positive”, e che hanno voglia di applicare all’organizzazione del proprio matrimonio questo metodo diverso e innovativo.”

Come ti è nata questa idea?
Come molte volte capita, è nata del tutto per caso. Mi sono soffermata spesso a pensare al lavoro della della planner, che esercito da due anni e mezzo. E’ un lavoro pazzesco, ma è estremamente concentrato solo su numeri e accessori. Pensaci: tempi, budget, mood. Tutte cose belle e fini a se stesse. E in un mondo, come quello del wedding, dove tutte le planner si dedicano all’esteriorità io volevo fare qualcosa di diverso, volevo concentrarmi sugli sposi, e nello specifico sull’interiorità, su quello che provano.
Ho quindi creato un metodo che è in grado di portarli a godere di ogni singolo istante, a pensare più alle emozioni positive che alla frenesia da preparativi, e anche ad aiutarli nella creazione di uno spazio condiviso, in cui confidarsi cose molto speciali che magari non si erano mai detti prima, senza paura dell’imbarazzo che inizialmente si potrebbe creare.

Quanto dura questo percorso?
E’ un’esperienza che dura da un minimo di 3 ad un massimo di 11 incontri. Ogni incontro dura circa 2 ore ed è studiato in base alla coppia che la richiede.

E dove si svolge?
Può svolgersi in diversi ambienti, principalmente ha luogo nel mio studio oppure a domicilio a casa degli sposi. Ad ogni modo alcuni incontri necessitano di altre location particolari

Quanto tempo prima del matrimonio si può iniziare?
L’ideale sarebbe iniziare un anno prima del matrimonio, per poterne apprezzare tutti i benefici anche durante l’organizzazione vera e propria.

La possono fare tutti?
La prima prova è gratuita e aperta a tutte le coppie che desiderano vivere un’esperienza totalmente diversa da qualsiasi percorso ad oggi esistente. Tuttavia, per l’accesso al percorso vero e proprio, mi riservo di fare una leggera selezione. Questo perché mi rendo conto che la KiwiExperience non sia adatta a chiunque, ma solo a persone che credono realmente nei valori che ho citato prima, quindi crescita personale e pensiero positivo.

scegliere abito sposa

Abiti dall’atelier “Lady Anna“, uno dei partner di Kiwi
Ph. Riccardo Bonetti Photography

KiwiExperience

Quindi anche io potrei provarla volendo?
Certamente, perché no?

Ci si può prenotare in qualche modo?
Si, basta andare sul sito www.kiwiexperience.it , e scegliere la data e l’orario in cui si è disponibili, calcolando che ci vorranno almeno un paio di ore

E’ una cosa che si può fare solo con te?
Al momento si. E’ un’esclusiva Pure Dreams Events che è possibile quindi provare solo con la “planner con le orecchie”!

Ti ho incuriosita? Allora voglio darti l’opportunità ENORME di provare GRATIS la KiwiExperience, l’unica esperienza strutturata sul metodo 3D, che accompagnerà te e il tuo futuro marito nella vita nuziale attraverso un percorso di consapevolezza.

Ci stai ancora aspettando? Perché fartelo raccontare quando puoi vivere questa esperienza? 😉