fbpx

SiSposa Italia 2019 : Il mio punto di vista!

Quest’anno partecipare al SiSposa Italia è stata una vera impresa! Ma solo per una piccola personalissima questione di errore nel calcolo del timing di arrivo! 🙂
Ma eccomi qui, pronta a dare il mio piccolo contributo riguardo l’exhibition che ogni anno permette a tutti i professionisti del settore di dare una sbirciata alle collezioni 2020.
Ci sono parecchi punti che vorrei toccare. Ma dato il poco spazio, mi limiterò a sottoporti le considerazioni che, a mio parere, sono le più rilevanti.
Allaccia le cinture, stiamo per partire!

Dove sono finiti gli sleeveless?

Una delle primissime cose che ho notato appena arrivata alla fiera è stata l’assenza (quasi totale) degli abiti senza spalline. Il 2020 infatti dà ampio spazio a gowns con ogni tipo di manica: lunga, corta, 3/4, stretta o larga.
Il che non è necessariamente un male: avere una cornice per la parte alta del busto non da solo sostegno (e quindi permette alla sposa di essere più a suo agio nei movimenti), ma delinea in modo perfetto il décolleté, donandogli l’importanza che merita e mettendo in risalto la femminilità della sposa senza renderla volgare.
Torna la manica extra long aperta lateralmente e, con un po’ di sorpresa, torna la mezza manica; stavolta in una versione più divertente e frizzante… staremo mai tornando agli anni ’80?
Ci piace? Assolutamente si! Chi mi conosce sa che non ho mai amato gli abiti senza spalline, che sono si perfetti per chi è naturalmente dotato di spalle ben disegnate e postura dritta ma che penalizza sia le spose più basse sia quelle con molto seno.

(Mini) Jumpsuit: elegante, comoda, giovane!

Già all’inizio del 2018 c’era nell’aria questo profumo di pantaloni. Ma che dire del pantaloncino?
Fresco, giovane, comodo. Perfetto per una Pure Dreamer che vuole godersi a pieno il giorno delle sue nozze!
Purtroppo non ne ho visti parecchi ma ricordo con piacere due proposte (made in Enzo Miccio & Andrea Sedici) che mi hanno letteralmente stregata!
La prima, più frizzante e divertente, che gioca di contrasti tra pantaloncino (reso lucido dalle applicazioni) e gonna in tulle opaca che lascia intravedere la struttura dell’abito. L’altra che con un balzo temporale ci riporta agli anni ’80, con queste maniche a sbuffo molto ampie e shorts a vita alta.
Quando penso alla Pure Dreams, penso a ciò che va contro corrente e a ciò che è divertente. Quindi…
Ci piace? Promossissimi! Li adoro entrambi! E voi che ne pensate?!

Niente più principesse!

Ve li ricordate gli abiti principeschi e ampi, pieni di perline e sbarluccichi vari? Quelli che ogni anno popolano i nostri cari atelier? Ecco… dimenticateli! Ovviamente lo stile rimane, ma tenetevi forte perchè stiamo (finalmente!) andando verso un cambio di rotta: lasciamo le principesse alle favole mentre noi pensiamo a come valorizzare la nostra figura nella maniera più contemporanea possibile. Gli abiti diventano sempre più leggeri, sempre meno comuni. Parola d’ordine: sdrammatizzare. Due pezzi, cinture, dettagli in materiali creativi sono solo alcuni degli elementi che troviamo in questo SiSposa Italia 2019.
In foto, i modelli che più mi hanno rapita. Elisabetta Polignano propone un due pezzi + giacca, con applicazioni in ceramica fatte a mano e corpetto semi trasparente. Antonio Riva gioca invece con tessuti a trama tridimensionale, sdrammatizzandoli con cinture logate.
Ci piace? Senza alcun dubbio!!

Eleganza essenziale

In questo tripudio di innovazione, spiccano anche figure come quella di Yukinori Morinaga, che quest’anno ho avuto modo di conoscere personalmente.
Stile essenziale, pulito e ricercato. La scelta di materiali semplici arricchiti da dettagli preziosi è la sua chiave. “Capirai” direte. “Tutti gli abiti hanno dettagli preziosi”.
In cosa si differenzia dunque? Nella scelta dello stilista di porre tali dettagli nei punti più nascosti degli abiti, quasi a voler incuriosire la sposa e portarla a cercare la bellezza dove nessuno guarderebbe. La cosa migliore di questa collezione è che si pone interamente in questo modo.
In foto un esempio: da un semplice abito a tunica fiorisce, come per magia, uno stupendo giardino fiorito. Dove? Li dove solo l’occhio allenato lo vede: all’interno della manica.
Ci piace? Non c’è nemmeno da chiederlo! 😉

Prova il calcola budget! Il primo strumento gratuito ed immediato per darti una panoramica generale di quella che sarà la tua spesa di matrimonio! Clicca il bottone qui sopra e digita le parole “CALCOLA BUDGET” nella chat che si aprirà per attivarlo! E’ gratis!

Lo sai che un matrimonio fai da te costa in media il 20% in più di un matrimonio organizzato da una wedding planner?
Scopri com’è possibile, riserva ora la tua prima consulenza gratuita!

Seui una sposina ansiosa? Ho creato per te IL PRIMO VIDEOCORSO CONTRO L’ANSIA PREMATRIMONIALE.
Uno strumento che avrebbe un valore di 49,90 euro, ma che io voglio darti GRATIS ed ora. Accedi ora per scoprirlo!